Remake del 2009: prime impressioni

Il Remake del 2009

Come auspicabile, non è stato sufficiente guardare una sola volta la serie per averne una chiara opinione; ma lungi dall’essere denso ed enigmatico come l’originale, questo prisoner2009_caviezelnuovo “prigioniero” non delude… troppo.

Il serial si rivela diverso dai nuovi prodotti, ma allo stesso in linea con le tendenze del momento: Pur inserendosi a pieno titolo nel filone mistery alla “Lost”, affronta alcune tematiche interessanti. Messe da parte la guerra fredda e l’alienazione dell’individuo nella società mediatica tanto care a Patrick McGoohan, questa nuova opera si concentra maggiormente sul controllo sociale, sulla schizofrenia dei rapporti umani e sulle dinamiche che regolano la nostra società.

2009-11-04-theprisoner02In ogni episodio viene posto l’accento e passato sotto la lente deformante uno di questi aspetti appena citati, legato ad una trama che percorre tutte le sei puntate.

Un uomo si risveglia nel deserto, non sembra ricordare chi sia o come si finito in quel posto. Raggiunge un Villaggio in cui abitano persone normali (almeno in apparenza) che si dedicato ad attività
normali con gesti normali, ma nascondono una terribile verità. Ed è questa verità che porterà il nostro eroe a cercare la libertà per trovare molto di più.
La memoria che gli ritorna come dei flash ci spiegano che l’uomo lavorava per una multinazionale da cui ha rassegnato platealmente le dimissioni. Da queste visioni che lo sembrano squassare dall’interno veniamo a sapere che stava cominciando una relazione con una ragazza. E lui, a differenza degli altri abitanti del Villaggio sa che c’è dell’altro fuori da li. E allora i sogni degli abitanti forse sono ricordi. I ricordi forse sono falsi, innestati artificialmente. E forse ancheSix -2 i sentimenti. Ma tutti o quasi accettano la situazione senza farsi domande, tutti tranne lui e pochi altri timorosi. La lotta del Numero 6 non sarà solamente contro il Villaggio, o contro il Numero 2, sarà una lotta contro ogni evidenza. Una lotta anche contro le proprie convinzioni. Per giungere alla fine alla decisione che lo porterà ad essere libero, forse.

In definitiva, questa è una serie che deluderà sicuramente chi voleva un “The Prisoner” parte 2, magari con un ritorno di Patrick McGoohan a Portmeirion intento a flagellare il nuovo Numero 2… e deluderà anche i fans di Lost, perchè questa serie lancia si molti enigmi, ma ne svela davvero pochi, lasciando molto all’interpretazione personale. E’ questo forse che non deluderà: le possibili aperture suggerite.

BCNU

 

 

 

 

Tutto il materiale contenuto in questo articolo è di proprietà della AMC

Article by admin

Dal 1996 curatore del sito Il Prigioniero, primo sito in italiano a dedicarsi alla serie tv culto "The Prisoner" di Patrick McGoohan. Tutti i diritti della serie sono di proprietà della GRANADA - ITV Entertainment.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *